Maggio di racconti: dal Premio Itas alla manifestazione Storie e cibi da leggenda

Maggio di racconti: dal Premio Itas alla manifestazione Storie e cibi da leggenda

Il mese di maggio rappresenta un periodo ricco di iniziative ed attività che hanno coinvolto il personale docente, ma soprattutto gli allievi dell’ENAIP di Ossana. In particolare, due sono le attività che hanno coinvolto i ragazzi in quest’ultima fase dell’anno formativo. Giovedì 29, l’insegnante Elisabetta Gabos e lo chef Alessandro Saiu del C.F.P. di Ossana, hanno organizzato un evento unico e originalissimo nel suo genere: un incontro in cui territorio, leggenda e cibo sono i protagonisti principali. Presso l’istituto alberghiero, studenti e docenti della scuola solandra, e alcune classi di ragazzi provenienti dalle scuole medie di Cles e Malè, hanno assistito allo spettacolo “Storie e cibi da leggenda”. I docenti Gabos e Saiu, in collaborazione con il professor Raffaele Albasini, alcuni studenti delle classi seconde e della classe terza “Accoglienza e ospitalità” e gli allievi della classe prima sezione a, hanno presentato cinque leggende riguardanti la nostra regione, e altre inerenti alcuni Paesi extra-europei, in particolare la Romania, la Repubblica Domenicana e la Thailandia. Poiché la scuola ospita diversi allievi provenienti dagli Stati sopraccitati, si è pensato di scoprire la storia e l’aspetto eno-gastrononomico delle loro terre. La prima leggenda ha come protagonista la principessa Sissi e il suo passaggio a Merano; a questo racconto è stata abbinata la ricetta di dolcetti composti perlopiù da cioccolato. Il cioccolato era infatti molto apprezzato alla corte di Vienna, quale simbolo della prelibatezza e finezza culinaria. Per la leggenda “La strega solandra”, la cui protagonista è una figura ancestrale con doti da medichessa e curatrice, sono state scelte quattro erbe di uso comune, con particolari proprietà officinali: salvia, rosmarino, erba cipollina e timo. A questa insolita storia, sono state quindi abbinate delle lasagnette alle erbe della strega con crema filante di formaggio casolet della Val di Sole. Alla presentazione della vivace Repubblica Domenicana con il suo coloratissimo carnevale e i suoi tesori irrimediabilmente affondati, è stato associato un carnevale di frutta esotica. Per quanto riguarda la Thailandia, con la leggenda del Budda d’oro, è stato scelto il riso quale simbolo di semplicità e condivisione, ed è stato realizzato il piatto Sushi d’oro con verdurine. Infine, per la Romania, è stata proposta la storia del Conte Dracula, ambientata in Transilvania, ed accompagnata da prelibatissimi spiedini di carne. Il connubio tra territorio, tradizione e gastronomia risulta essere lampante in questa iniziativa, che ha riscosso un grande consenso tra il giovane pubblico. Un’altra iniziativa che ha riscosso un ampio successo tra gli alunni, è rappresentato dalla partecipazione degli stessi al Premio Itas del Libro di montagna, un concorso letterario promosso appunto dalla Mutua assicuratrice: dei 140 racconti che l’ITAS ha raccolto, 31 sono stati scritti da studenti della scuola. Tra i trentuno selezionati, tre sono stati scelti e pubblicati sul sito per essere votati on-line, per vincere il premio speciale Salewa: gli autori dei racconti premiati sono Federico Girardi, Margharet Luca, Stefano Covi. Inoltre, i racconti di Margharet e Stefano, hanno ricevuto un riconoscimento durante una premiazione ufficiale nel contesto del Film Festival della Montagna, tenutasi il 29 aprile 2014. I ragazzi hanno ricevuto un Kobo, una sacca e una t-shirt Salewa. Alla luce degli importanti risultati conseguiti dagli studenti con la partecipazione al concorso letterario, va ricordato che l'istituto alberghiero non si occupa soltanto di curare l'indispensabile parte pratica relativa alla preparazione didattica dei ragazzi (rappresentata dall'attività gastronomica e dall'attività che riguarda il settore dell'accoglienza e del servizio sala), ma pone un'attenzione particolare all'aspetto umanistico e culturale, offrendo agli allievi – affiancati dai loro docenti di lettere - la possibilità di conseguire una formazione completa, che miri a far emergere e potenziare anche le capacità comunicative e letterarie degli alunni.

realizzato da net wise